Gravina: ostaggio della maggioranza che non c’è

Condivisione Social
  • 9
    Shares

 

Ricordiamo perfettamente le dichiarazioni rilasciate dal sindaco, sia a mezzo social che attraverso la stampa locale, all’indomani della sentenza del Consiglio di Stato che ha messo fine al periodo di commissariamento del Comune di Gravina, con cui il Primo Cittadino prometteva di rimettersi al lavoro per il bene della città come nessun commissario “straniero” avrebbe mai potuto fare.

Era il 2 marzo quando il sindaco festeggiava pubblicamente il suo ritorno chiedendo alle opposizioni di mettere da parte i colori politici e di offrire collaborazione per il compimento di azioni a tutela dell’interesse collettivo. Da allora sono trascorsi 20 giorni e di tutta l’amministrazione non abbiamo più notizie!

Forse perché troppo impegnata nella conta degli “amici” e dei “nemici”? E’ possibile che una comunità intera debba essere tenuta in stallo perché è in corso una campionaria di consiglieri e di assessori per mantenere in piedi il sindaco?

Di cosa si sta occupando il primo cittadino in questi giorni? Come mai non spiega alla cittadinanza quali sono i motivi che hanno determinato la cosidetta crisi di maggioranza e in che modo intende superarla?

Mentre c’è chi gioca a fare il potente nella speranza di ottenere, per meri scopi personalistici, un posto al sole, ci sarebbero, tra le priorità più urgenti, un bilancio di previsione da approvare, entro il 31 marzo, e una Fiera da organizzare, quando manca meno un mese alla sua inaugurazione.

Questo immobilismo amministrativo derivante dai capricci dei soliti politicanti, assecondati dal sindaco che, negli ultimi mesi, si è più volte vantato di essere stato democraticamente eletto, è inaccettabile. Da parte nostra, continueremo a svolgere il ruolo di portavoce che ci è stato affidato da quanti ci hanno sostenuto, tra i banchi dell’opposizione, vigilando sull’operato di un’amministrazione ricattata dalla sua stessa maggioranza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicatoI campi richiesti sono contrassegnati *